10231 - ANATOMIA PATOLOGICA VETERINARIA II

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2011/2012

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente conosce l'eziopatogenesi e i quadri morfologici macro e microscopici delle principali malattie relative ai sistemi respiratorio, cardiocircolatorio, emopoietico ed urinario, alla cute e alla mammella. E' in grado di riconoscere una lesione, descriverla utilizzando la terminologia appropriata e impostare una diagnosi differenziale.

Programma/Contenuti

Apparato respiratorio . Cavità nasali (malformazioni, emorragie, ematoma progressivo dell'etmoide nell'equino, flogosi: eziologia, patogenesi e forme morfologiche); rinite nella IBR del bovino, adenite equina e morva. Flogosi delle tasche gutturali nel cavallo. Rinite atrofica del suino; parassitosi delle cavità nasali, tumori enzootici e sporadici delle cavità nasali. Laringe e trachea: malformazioni, emorragie, edema, emiplegia neurogena dell'equino, flogosi: eziologia, patogenesi e forme morfologiche. Vie aeree: malformazioni, patologie da corpi estranei, stenosi, bronchiectasia (eziopatogenesi e quadri morfologici macroscopici); bronchiti e bronchioliti (classificazione e conseguenze sul polmone). Variazioni del contenuto aereo del polmone:  classificazione, patogenesi, aspetti macroscopici ed istologici dell'atelettasia (congenita ed acquisita) e dell'enfisema (parenchimatoso ed interstiziale, acuto e cronico).Edema polmonare: eziopatogenesi, quadro macroscopico e microscopico. Polmone disturbi di circolo: quadro macroscopico e patogenesi dell'iperemia, ischemia, embolia e trombosi polmonare. Pneumoconiosi, calcificazioni polmonari, tumori delle vie respiratorie e del polmone. Polmoniti. Sistema classificativo. Broncopolmonite: eziopatogenesi, quadro macroscopico e cenni dei caratteri istologici. Polmonite fibrinosa: eziopatogenesi, quadro macroscopico e caratteri istologici. Polmonite interstiziale: eziopatogenesi, quadro macroscopico e caratteri istologici. Polmonite purulenta e gangrenosa: eziopatogenesi  e quadro macroscopico. Polmonite granulomatosa: patogenesi della tubercolosi primaria, tubercolosi post-primaria e della fase del collasso delle resistenze. Tubercolosi polmonare nel bovino, cavallo, suino, cane e gatto. Polmoniti nelle diverse specie: polmoniti del bovino (p. enzootica, shipping fever, ARDS da BRSV, fog fever, polmonite allergica estrinseca); polmoniti del suino (p. enzootica, pleuropolmonite, polmoniti interstiziali); polmoniti del cane da CDV e patologia respiratoria del gatto da FHV e FCV. Parassitosi polmonari. Strongili broncopolmonari nel bovino, ovino, equino, suino, gatto. Polmoniti da parassiti migranti, patologia polmonare da parassiti del sistema circolatorio (filariosi, angiostrongilosi). Forme erratiche di distomatosi.

Toracopatie . Pneumotorace. Idrotorace, emotorace, chilotorace, pleuriti (classificazione, patogenesi). Pleurite tubercolare. Actinomicosi pleurica del cane.

Apparato urinario . Rene: malformazioni (ipoplasia, lobatura persistente, displasia). Cisti renali congenite ed acquisite: aspetto macroscopico e patogenesi della lesione. Pseudocisti perirenale. Iperemia, emorragie, ischemia, necrosi della papilla, infarto. Glomerulonefrosi (patogenesi del danno glomerulare, lipidosi glomerulare, g. diabetica, g. amiloide (nefrosi amiliode e amiloidosi midollare)). Tubulonefrosi ischemico-tossiche (ischemia, micotossine, metalli pesanti, pulpy kidney), pigmentarie (t. emo-mioglobinuriche e colemiche), da accumulo di minerali (nefrocalcinosi, ossalati, infarti urici, tesaurosi puriniche). Classificazione delle nefriti. Glomerulonefriti (aspetto macroscopico e patogenesi); aspetti istologici delle forme acute e croniche, eziologia della glomerulonefrite nel suino, cavallo, cane e gatto).Nefrite tubulo-interstiziale (aspetto macroscopico,  patogenesi, eziologia, aspetto istologico). NTI nel bovino (a focolai, diffusa, maculosa alba e da calcolosi), suino, cane e gatto. Nefrite purulenta: classificazione, nefrite apostematosa e disseminata (aspetto macroscopico,  patogenesi, eziologia, aspetto istologico). Pielonefrite (aspetto macroscopico,  patogenesi, eziologia). Nefriti granulomatose. Parassitosi renali: Klossiellosi, leishmaniosi, encephalitozonosi, microascaridiosi, micronemosi. Neoplasie renali primitive epiteliali (adenoma, carcinoma), mesenchimali e nefroblastoma; neoplasie secondarie. Vie urinarie: ureteri: malformazioni, ectasia, occlusioni, urolitiasi (classificazione, patogenesi, conseguenze dell'urolitiasi nel bovino, nel cane e nel gatto); cistiti (patogenesi e classificazione), idronefrosi, neoplasie delle vie urinarie, ematuria enzootica del bovino.

Apparato emopoietico . Midollo osseo: involuzione, iperplasia, aplasia, atrofia gelatinosa, emosiderosi, necrosi. Linfonodi: ipoplasa, atrofia, pigmentazioni patologiche, necrosi.disturbi di circolo e pneumatosi. Aspetto macro e microscopico delle iperplasie reattive acute e croniche e delle linfadeniti acuta e cronica semplice, purulenta, emorragica e necrotizzante, granulomatosa e piogranulomatosa. Patologia degli emolinfonodi. Milza: malformazioni, disturbi di circolo (iperemia passiva, ematomi, infarti), degenerazione (atrofia, ialinosi, amiloidosi, emosiderosi, necrosi), spleniti (congestizio-emorragica, iperplastica, purulenta-gangrenosa, necrotizzante, fibrosa, granulomatosa). Classificazione anatomica ed aspetti macroscopici del linfoma nel bovino, cavallo, suino, cane e gatto. Complesso leucemia linfatica-linfoma (criteri di classificazione istologica secondo Kiel, IWF, REAL e concetto di immunofenotipizzazione).

Apparato cardiocircolatorio . Cuore: malformazioni, idropericardio, emopericardio, pericarditi (classificazione e eziologia); miocardosi, necrosi miocardica (cause ed effetti), ipertrofia miocardica, miocarditi con particolare riferimento alla miocardite purulenta, linfocitaria e granulomatosa. Endocardio: calcificazione, endocardiosi, fibroelastosi; endocarditi (patogenesi, eziologia, classificazione). Vasi. Arterie: aneurisma, trombosi, arteripatie regressive (calcificazioni, ialinosi, fibrinoidosi, amiloidosi, arteriosclerosi), arteriti (acute e croniche, patogenesi). Vene: trombosi, flebiti. Linfatici: linfangectasia, linfangiti. Parassiti dei vasi. Neoplasie dei vasi.

Mammella : anomalie congenite, alterazioni acquisite, disturbi di circolo, mastiti (eziologia, patogenesi e classificazione delle principali forme di mastite nella bovina (m. galattoforite-mastite fibrino purulenta o gangrenosa, m. emorragico-necrotizzante, m. interstiziali, m. granulomatosa e piogranulomatosa) e cenni sugli ovi-caprini). Epidemiologia delle neoplasie mammarie, ormonodipendenza, lesioni displastiche, concetto di tumore semplice, complesso e misto, grading istologico (grado e stadio istologico) e sistema TNM.

Cute : lesioni elementari macroscopiche e microscopiche in dermatopatologia (macchia, papula, ponfo, nodulo, vescicola, exositosi, pustola, ipercheratosi orto e paracheratosica, acantosi, spongiosi, deg. idropica, acantolisi, edema dermico, fibrosi dermica, incontinenza pigmentaria). Dermatosi con alopecia da cause endocrine (ipotiroidismo, ipercorticalismo,iperestrogenismo) e carenziali; dermatosi con deposito (calcinosis, mucinosi). Pneumoderma, necrosi cutanea e steatonecrosi del sottocute, gangrena cutanea (secca, umida, gassosa). Modelli istopatologici di dermatite (perivascolare, dermovasculite, interfacciale, nodulare-diffusa, vescicolo-pustolosa, follicolite-foruncolosi, pannicolite) con cenni alle malattie ad essi associate. Neoplasie cutanee benigne e maligne epiteliali di origine epidermica, annessiale (follicoli piliferi, ghiandole sudoripare e sebacee); neoplasie mesenchimali (fibroma, fibromatosi, sarcoma, schwannoma, emangiopericitoma) e  a cellule rotonde (mastocitoma, melanoma, istiocitoma, plasmocitoma).

Per consultare/scaricare il Syllabus del corso si usi il link ad altre informazioni.

Testi/Bibliografia

  • Marcato P. S.: Patologia sistematica veterinaria. Il Sole 24 Ore-Edagricole, 2002.
  • Il material proiettato è disponibile su Alm@ DL e scaricabile solo se lo studente è iscritto alla lista di distribuzione  giuseppe.sarli.anatpatvet2.

Metodi didattici

Sono previste 50 ore teoriche svolte come lezioni frontali e 15 ore (per studente) di parte pratica. La parte pratica, che consta di 15 lezioni svolte in blocchi di 2 ore prevede, con la guida di un docente, l'esame di organi isolati con lesioni pertinenti alla parte di programma svolto o da svolgere.

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame comporta due prove svolte contestualmente: una prova pratica in cui si assegna un organo o più organi di mammifero domestico, di cui il candidato dovrà riconoscere l'identità, la specie di appartenenza ed il processo patologico, ed una seconda prova che prevede risposte a domande i cui argomenti sono gli stessi del programma di anatomia patologica II.

L'iscrizione all'esame avviene mediante lista elettronica su AlmaEsami.

Strumenti a supporto della didattica

Videoproiettore per le lezioni teoriche e sala anatomica per la parte pratica.

Link ad altre eventuali informazioni

http://www2.vet.unibo.it/syllabi/default.aspx

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Sarli Giuseppe