Laurea in Produzioni animali

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea
Anno Accademico 2016/2017
Ordinamento D.M. 270
Codice 8882
Classe di corso L-38 - SCIENZE ZOOTECNICHE E TECNOLOGIE DELLE PRODUZIONI ANIMALI
Anni Attivi I, II
Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Numero chiuso
Sede didattica Bologna
Coordinatore del corso Adele Meluzzi
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Italiano

Requisiti di accesso e verifica delle conoscenze/preparazione


Per essere ammessi al corso di laurea in Produzioni animali occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore di durata quinquennale o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo, nonché il possesso di adeguate conoscenze e competenze di base relative alle discipline che sono oggetto degli studi universitari.

Le conoscenze richieste per l'accesso e la modalità di verifica sono determinate nel regolamento didattico di corso di studio.

Se la verifica non è positiva vengono indicati specifici obblighi formativi aggiuntivi.

L’assolvimento dell’obbligo formativo è oggetto di specifica verifica.
La relativa modalità di accertamento è indicata nel regolamento didattico del corso di laurea.

Gli studenti che non assolvano agli obblighi formativi aggiuntivi entro la data stabilita dagli Organi competenti e comunque entro il primo anno di corso sono tenuti a ripetere l’iscrizione al medesimo anno.

Maggiori dettagli nel Regolamento del Corso di Studio

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo


Il Corso di Studio prepara i laureati a svolgere le mansioni di esperto nelle filiere delle produzioni animali, nel miglioramento genetico degli animali di interesse zootecnico, nella nutrizione e alimentazione animale, con particolare riferimento alle caratteristiche qualitative delle produzioni, quali razionamento, tecnologie dell'allevamento e benessere animale; il corso fornisce nozioni per gestire gli aspetti tecnici, igienici ed economici delle imprese agro-zootecniche; fornisce competenze tecnico professionali per l'allevamento degli animali da reddito, d'affezione, ornamentali; fornisce competenze per gli aspetti genetici e nutrizionali degli animali da reddito, sportivi, d'affezione e ornamentali. Il laureato è in grado di condurre e gestire stabulari nonché curare gli aspetti igienici e qualitativi delle produzioni animali; E’ in grado di pianificare a livello aziendale la gestione della riproduzione e di applicare le tecniche della inseminazione artificiale con l'esclusione della specie equina; apprende strumenti per la pianificazione, vigilanza, assistenza e verifica della qualità dei prodotti di origine animale e di quelli di trasformazione; E’ in grado di valutare le attitudini produttive e funzionali degli animali di interesse zootecnico, compresi quelli faunistici, e applicarne i valori ai fini delle scelte a livello aziendale.
La struttura formativa del corso, che si avvale di lezioni frontali, esercitazioni e tirocinio, poggia su cinque diverse macroaree di apprendimento:

- DISCIPLINE SCIENTIFICHE DI BASE
- DISCIPLINE DELLE PRODUZIONI ANIMALI
- DISCIPLINE DELLA SANITÀ ANIMALE
- DISCIPLINE DEL SISTEMA AGRO-ZOOTECNICO
- DISCIPLINE ECONOMICHE

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: DISCIPLINE SCIENTIFICHE DI BASE
Il laureato conosce:
- i concetti base della matematica e della statistica;
- i concetti base della chimica generale, inorganica e organica;
- i concetti di base della genetica animale;
- la struttura anatomica e morfologica delle principali specie d'interesse zootecnico.

Le capacità di applicare conoscenze e comprensione sopra elencate sono conseguite tramite la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni e lo studio personale. La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene attraverso lo svolgimento di prove d'esame scritte e/o orali.

AREA DI APPRENDIMENTO: DISCIPLINE DELLE PRODUZIONI ANIMALI
Il laureato conosce:
- le basi teoriche e le principali tecniche applicate nel miglioramento genetico degli animali d'interesse zootecnico;
- i principi della nutrizione e dell'alimentazione degli animali d'interesse zootecnico;
- i fabbisogni per il razionamento;
- le tecniche d'allevamento dei ruminanti;
- le tecniche d'allevamento dei suini e degli equidi;
- le tecniche d'allevamento degli avicoli
- le tecniche d'allevamento delle principali specie di ungulati.

Le capacità di applicare conoscenze e comprensione sopra elencate sono conseguite tramite la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni e lo studio personale. La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene attraverso lo svolgimento di prove d'esame scritte e/o orali.

AREA DI APPRENDIMENTO: DISCIPLINE DELLA SANITA’ ANIMALE
Il laureato conosce:
- i concetti base della biochimica;
- i concetti di base della fisiologia;
- le basi della patologia e della parassitologia degli animali;
- le basi della diagnostica di laboratorio;
- le principali malattie infettive e parassitarie degli animali selvatici.

Le capacità di applicare conoscenze e comprensione sopra elencate sono conseguite tramite la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni e lo studio personale. La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene attraverso lo svolgimento di prove d'esame scritte e/o orali.

AREA DI APPRENDIMENTO: DISCIPLINE DEL SISTEMA AGROZOOTECNICO
Il laureato conosce:

- le nozioni di base sullo sviluppo dei vegetali utilizzati nell'alimentazione animale e le principali tecniche agronomiche;
- i concetti di base e le principali tecniche dell'industria alimentare;
- i concetti di base della microbiologia e le principali applicazioni nelle produzioni animali;
- le nozioni fondamentali sulle caratteristiche funzionali delle macchine agricole e degli impianti zootecnici;
- le principali caratteristiche strutturali e funzionali dei fabbricati presenti nelle aziende zootecniche.

Le capacità di applicare conoscenze e comprensione sopra elencate sono conseguite tramite la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni e lo studio personale. La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene attraverso lo svolgimento di prove d'esame scritte e/o orali.

AREA DI APPRENDIMENTO: DISCIPLINE ECONOMICHE
Il laureato conosce:
- i principi di base dell'economia agraria;
- i principi di base dell'estimo rurale
- gli strumenti di base per analizzare le dinamiche economiche nell'ambito zootecnico a livello micro- e macro-economico.

Le capacità di applicare conoscenze e comprensione sopra elencate sono conseguite tramite la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni e lo studio personale. La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene attraverso lo svolgimento di prove d'esame scritte e/o orali.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: DISCIPLINE SCIENTIFICHE DI BASE
Il laureato è in grado di:
- applicare le conoscenze matematiche e statistiche alla comprensione degli insegnamenti successivi;
- applicare le conoscenze di chimica e di biochimica alla comprensione degli insegnamenti successivi;
- applicare le conoscenze di genetica alla comprensione degli insegnamenti successivi;
- applicare le conoscenze di anatomia e di morfologia alla comprensione degli insegnamenti successivi.

Le capacità di applicare conoscenze e comprensione sopra elencate sono conseguite tramite la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni e lo studio personale. La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene attraverso lo svolgimento di prove d'esame scritte e/o orali.

AREA DI APPRENDIMENTO: DISCIPLINE DELLE PRODUZIONI ANIMALI
Il laureato:
- è in grado di applicare le tecniche di miglioramento genetico, d'alimentazione e dall'allevamento nell'ambito d'aziende zootecniche;
- è in grado d'affrontare la gestione di sistemi d'allevamento di specie selvatiche;
- affronta le problematiche dell'alimentazione e dell'impiego di mangimi sia a livello di produzione che d'utilizzo in azienda.

Le capacità di applicare conoscenze e comprensione sopra elencate sono conseguite tramite la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni e lo studio personale. La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene attraverso lo svolgimento di prove d'esame scritte e/o orali.

AREA DI APPRENDIMENTO: DISCIPLINE DELLA SANITA’ ANIMALE
Il laureato è in grado di:
- applicare le conoscenze di biochimica alla comprensione degli insegnamenti successivi;
- applicare le conoscenze di fisiologia alla comprensione degli insegnamenti successivi;
- riconoscere le principali patologie e parassitosi degli animali domestici e selvatici;
- applicare le norme di profilassi e d'igiene veterinaria;
- conoscere le tecniche di fecondazione artificiale delle specie bovina, suina e ovina.

Le capacità di applicare conoscenze e comprensione sopra elencate sono conseguite tramite la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni e lo studio personale. La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene attraverso lo svolgimento di prove d'esame scritte e/o orali.

AREA DI APPRENDIMENTO: DISCIPLINE DEL SISTEMA AGROZOOTECNICO
Il laureato è in grado di:
- seguire la progettazione di un impianto ad uso zootecnico e operare le scelte sulla meccanizzazione dell'azienda zootecnica;
- utilizzare le conoscenze microbiologiche nell'ambito della trasformazione del latte e della carne;
- gestire processi di trasformazione nelle industrie alimentari.

Le capacità di applicare conoscenze e comprensione sopra elencate sono conseguite tramite la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni e lo studio personale. La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene attraverso lo svolgimento di prove d'esame scritte e/o orali.

AREA DI APPRENDIMENTO: DISCIPLINE ECONOMICHE
Il laureato è in grado di:
- applicare le tecniche di gestione economica all'azienda zootecnica;
- determinare il valore di mercato delle aziende zootecniche;
- analizzare il ruolo del mercato nell'ambito dei prodotti zootecnici.

Le capacità di applicare conoscenze e comprensione sopra elencate sono conseguite tramite la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni e lo studio personale. La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene attraverso lo svolgimento di prove d'esame scritte e/o orali.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato:
- è capace di valutare le condizioni dello sviluppo alimentare degli allevamenti zootecnici e lo stato dell'arte delle scienze zootecniche e di trasformazione per un determinato allevamento o prodotto di origine animale assegnato;
- sviluppa la sua capacità di giudizio ed è in grado di scegliere, in funzione della situazione, le soluzioni più appropriate nei settori dell'allevamento, della progettazione di edilizia e di impianti
di interesse zootecnico e nella gestione di piccoli caseifici aziendali.
L'autonomia di giudizio viene sviluppata tramite la preparazione di un elaborato scritto, in occasione dell'attività di tirocinio e tramite l'attività assegnata dal docente relatore per la preparazione della prova finale.
La verifica dell'acquisizione dell'autonomia di giudizio avviene tramite la valutazione degli insegnamenti del piano di studio e la valutazione del grado di autonomia e capacità di lavorare durante l'attività assegnata in preparazione del tirocinio e della prova finale.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato:
- è capace di comunicare risultati, commenti ed elementi di progettazione nel campo dello sviluppo, della ricerca e della valutazione degli allevamenti e della trasformazione dei relativi prodotti;
- è in grado di operare in situazioni di lavoro di gruppo nel ruolo di consulente, interagendo anche con figure professionali diverse, quali ingegneri, biologi, agronomi e tecnologi, veterinari;
- è in grado di grado di esprimere e sintetizzare, sia in forma scritta sia orale, relazioni, progetti di pianificazione, stime di aziende agro-zootecniche, formulazioni di razioni e mangimi per le specie animali in produzione zootecnica;
- è in grado esprimersi in forma orale e scritta a livello B1 in almeno una lingua straniera dell'Unione Europea, nell'ambito delle competenze ed esigenze inerenti alle discipline specifiche del corso. Potranno essere previste sia l'acquisizione delle quattro abilità linguistiche (lettura, scrittura, ascolto, e dialogo) sia la frequenza vincolata delle lezioni, secondo criteri che verranno specificati in itinere dal corso di studi, in coerenza alle prescrizioni degli Organi accademici. l'adeguamento alle politiche linguistiche di Ateneo.
Le abilità comunicative scritte ed orali sono particolarmente sviluppate in occasione di seminari, esercitazioni ed attività formative che prevedono la preparazione di relazioni e documenti scritti e l'esposizione orale dei medesimi.
L'acquisizione e la valutazione / verifica del conseguimento delle abilità comunicative sopra elencate sono previste in occasione dello svolgimento del tirocinio e tramite la redazione della prova finale e la discussione della medesima.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato:
- possiede gli strumenti per effettuare autonomamente un aggiornamento permanente, sia in ambito nazionale sia internazionale, delle proprie conoscenze in materia normativa, tecnologica e strumentale del settore zootecnico e della trasformazione (es. piccoli caseifici);
- acquisisce un metodo di studio e di apprendimento adeguato per gestire in maniera autonoma l'aggiornamento ed eventuali specializzazioni relative ad argomenti di particolare interesse professionale.
La capacità di apprendimento viene valutata attraverso forme di verifica continua durante le attività formative, richiedendo l'eventuale presentazione di dati reperiti autonomamente, mediante l'attività di tutorato nello svolgimento di progetti e mediante la valutazione della capacità di auto-apprendimento maturata durante lo svolgimento dell'attività relativa alla prova finale.

Insegnamenti

Gli insegnamenti sono articolati a seconda del curriculum scelto

Attività tirocinio

Tirocinio

Mobilità internazionale

Sono disponibili possibilità di scambio tramite accordi con diverseUniversità nell'ambito del programma Erasmus e altre convenzioni. Gli studentipossono anche scegliere di fare parte della prova finale o del tirocinioall'estero.

Referenti per la mobilità studentescainternazionale



UfficioTirocini e Internazionalizzazione

Prova finale


La prova finale consiste nella discussione, in seduta pubblica, di una relazione scritta riguardante contenuti inerenti al Corso di Studio. La prova finale sarà valutata in 110/110.

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di secondo ciclo (laurea specialistica/magistrale) e master universitario di primo livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Tecnico esperto per tutti i settori delle produzioni animali

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
- gestisce gli aspetti tecnici, igienici ed economici delle imprese agro-zootecniche;

- si occupa e gestisce gli aspetti qualitativi e igienici delle filiere delle produzioni animali;
- svolge la funzione di responsabile della organizzazione e gestione della macellazione e, in tale ambito, anche quella di responsabile del benessere animale;
- svolge funzione di pianificazione, vigilanza, assistenza e verifica della qualità dei prodotti di origine animale e di quelli di trasformazione;
- opera come tecnico nelle aziende di trasformazione dei prodotti di origine animali (salumifici, caseifici, centrali del latte, ecc...);
- si occupa degli acquisti per conto di: macelli, aziende di trasformazione, grande distribuzione organizzata;
- certifica la filiera produttiva;
- amministra le imprese agro-zootecniche;
- collabora alla gestione di impianti per la produzione di energia che utilizzano fonti energetiche rinnovabili.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Lo svolgimento delle funzioni sopra descritte richiedono competenze sia specifiche di tipo tecnico e scientifico che trasversali.

Quelle specifiche riguardano:
- gestione dell’azienda agro-zootecnica;
- fattori genetici e ambientali che agiscono sulle produzioni zootecniche;
- sistemi produttivi convenzionali e non;
- gestione e controllo della qualità dei prodotti zootecnici;

Quelle trasversali includono:
- conoscenza della lingua inglese;
- consultazione banche dati per acquisizione informazioni scientifiche e legislative;
- capacità di operare sia in modo autonomo che in team nell’ambito dei settori zootecnici.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
Dipendente, libero professionista/consulente in forma singola o associata di:
- Aziende agro-zootecniche
- Centri di selezione genetica e di produzione seme
- Imprese agroalimentari e del settore
- Mangimifici, caseifici e macelli compresi quelli avicunicoli
- Organizzazioni professionali
- Enti territoriali pubblici
- Altre organizzazioni nazionali e internazionali (es. FAO)
- Parchi naturali ed agri-turismo
- Laboratori per il controllo sulle materie prime ed i mangimi per gli animali e sui prodotti di origine animale


Parere delle parti sociali


ORGANO O SOGGETTO ACCADEMICO CHE EFFETTUA LA CONSULTAZIONE
La consultazione del 27 ottobre 2014 è stata condotta dal Coordinatore di Corso di Studio, Prof. Leonardo Nanni Costa e dal Corso di Studio.



ORGANIZZAZIONI CONSULTATE O DIRETTAMENTE O TRAMITE DOCUMENTI E STUDI DI SETTORE
Le parti sociali consultate sono state:
- Associazione Nazionale Allevatori Specie Bufalina - Direttore
- OPAS (Cooperativa Allevatori Suini Mantovani) – Direttore commerciale
- UNIPEG (Macellazione e trasformazione carne bovina) - Responsabile benessere animale
- Associazione Nazionale Allevatori Bovini Italiani da Carne (ANABIC) – Responsabile valutazioni genetiche
- Gruppo Del campo - Amadori macellazione – Responsabile tecnico
- Denkavit Italia s.r.l. – Responsabile tecnico
- Interbull Center - International Bull Evaluation Service – Responsabile tecnico
- Agriculture & Agri-Food Canada (Dairy and Swine Research and Development Centre) – Senior researcher
- Federazione Italiana Dottori in Scienze delle Produzioni Animali - Presidente
- Presidenza Ordine Agronomi Rimini -Forlì-Cesena - Presidente
- Az. Agricola Caretti caseificio - Responsabile tecnico
- Az. Agricola Barbolini Dolores – Responsabile tecnico
- Novozymes A/S , Krgshoejvej 36, 2880 Bagsvaerd, DK
già Associate Professor. Department of Food Science - University of Copenhagen (atg@food.ku.dk)


MODALITA' E CADENZA DI STUDI E CONSULTAZIONI
La consultazione, tenutasi tra fine ottobre e fine novembre 2014, ha coinvolto gli stessi soggetti consultati nel 2013 ossia laureati nei settori delle produzioni animali e del controllo della fauna selvatica che coprono ruoli significativi che soggetti comunque operanti in tale settori e la Federazione dei laureati in Scienze delle Produzioni Animali (FIDSPA). I partecipanti hanno ricevuto una mail con le seguenti tre domande a cui rispondere sì o no:
1) "Concordi con la valutazione del Consiglio di corso di studio, riportata in allegato, sulla disattivazione del curriculum "Controllo della fauna selvatica"
2) "Concordi sull'attivazione di un nuovo corso di studio denominato "Produzioni animali " che comprende l'attuale curriculum "Produzioni animali
3) "Confermi la valutazione sul piano didattico per il curriculum "Produzioni animali. Pe il suddetto quesito, nel caso di risposta negativa, l'interpellato ha avuto la possibilità di compilare un questionario analogo a quello utilizzato nella consultazione del 2013.


DOCUMENTAZIONE.
Sono agli atti, reperibili presso l'Ufficio del Coordinatore del Consiglio di Corso di Studio (DISTAL) la:

- Copia delle mail contenenti le risposte ai tre quesiti ricevute dalle parti sociali che hanno ritenuto partecipare nuovamente alla consultazione del 2014 dopo aver dato il loro contributo a quella del 2013
- Documento di sintesi dei risultati della consultazione
- Estratto del verbale del CdS del 27/10/2014.

Contatti e recapiti utili

Coordinatore del corso di Laurea:
prof.ssa Adele Meluzzi - adele.meluzzi@unibo.it

Tutordel corso

SegreteriaStudenti

UfficioTirocini e Internazionalizzazione

RedazioneWeb CdS