Laurea in Produzioni animali e controllo della fauna selvatica

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea
Anno Accademico 2011/2012
Ordinamento D.M. 270
Codice 0875
Classe di corso L-38 - SCIENZE ZOOTECNICHE E TECNOLOGIE DELLE PRODUZIONI ANIMALI
Anni Attivi

II,III anno

Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Corso a libero accesso con verifica delle conoscenze
Curricula percorsi possibili: PRODUZIONI ANIMALI , CONTROLLO DELLA FAUNA SELVATICA , GESTIONE DELL'ALLEVAMENTO AVICUNICOLO
Sede didattica Bologna
Coordinatore del corso Luigi Grazia
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Italiano

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo


Il Corso di Studio prepara i laureati a svolgere le mansioni di esperto delle produzioni animali; nel miglioramento genetico degli animali di interesse zootecnico, nella nutrizione e alimentazione animale con particolare riferimento alle caratteristiche qualitative delle produzioni, quali razionamento, tecnologie dell'allevamento e benessere animale; il corso fornisce nozioni per gestire gli aspetti tecnici, igienici ed economici delle imprese agrozootecniche
e faunisticovenatorie; fornisce competenze tecnico professionali per l'allevamento degli animali da reddito, di affezione, ornamentali e di interesse faunistico e venatorio; fornisce competenze per gli aspetti genetici e nutrizionali degli animali da reddito, d'interesse faunistico e venatorio, sportivi, d'affezione e ornamentali .
Il laureato è in grado di condurre e gestire stabulari, sistemi naturali faunistico-venatori nonché curare gli aspetti igienici e qualitativi delle produzioni animali; è in grado di pianificare a livello aziendale la gestione della riproduzione e di applicare le tecniche della inseminazione artificiale con l'esclusione della specie equina; apprende strumenti per la pianificazione, vigilanza, assistenza e verifica della qualità dei prodotti di origine animale e di quelli di trasformazione; è in grado di valutare le attitudini produttive e funzionali degli animali di interesse zootecnico, compresi quelli faunistici, e applicarne i valori ai fini delle scelte a livello aziendale.
Le nozioni di economia e marketing hanno la finalità di preparare tecnici in grado di orientare gli acquisti della materie
prime nei macelli, nelle aziende di trasformazione e nella grande distribuzione.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:
Il laureato
- conosce e comprende le discipline scientifiche di base di carattere biologico, tecnologico, applicativo ed economico riguardanti l'allevamento, la riproduzione, e la produzione degli alimenti di origine animale e delle filiere;
- conosce le discipline scientifiche di base per la trasformazione e conservazione dei prodotti di origine animale;
- conosce le discipline scientifiche di base per la nutrizione, l' alimentazione e il razionamento degli animale di interesse zootecnico e faunistico venatorio;
- conosce le tecniche di conservazione dei foraggi, dei mangimi, nonché le patologie in generale, le basi delle malattie e gli aspetti e i concetti per assicurare salubrità ai prodotti e benessere agli animali;
- conosce la legislazione zootecnica, faunistica e veterinaria per la produzione e commercializzazione, autocontrollo ed etichettatura dei prodotti alimentari di origine animale e quella per la gestione e controllo della fauna sevatica.
Le conoscenze e le capacità di comprensione sopra elencate sono conseguite tramite la partecipazione alle lezioni frontali, ad esercitazioni in aula, in campo, in stalla e in laboratorio, attraverso visite guidate, partecipazioni a seminari e convegni e lo studio personale, guidato da tutor, e lo studio indipendente/individuale previsto dalle attività formative attivate nell'ambito dei settori disciplinari di base, caratterizzanti e affini.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso test, esami orali ed eventualmente esami scritti.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:
Il laureato
- conosce ed è in grado di affrontare le principali problematiche relative alla gestione aziendale, alle operazioni di marketing ed alla stima delle aziende agro-zootecniche;
- è in grado di calcolare i costi di produzione e di redigere un budget;
- sa progettare/realizzare indagini di mercato e sa eseguire stime;
- è in grado di intervenire a livello di preparazione di razioni alimentari idonee per un determinato tipo di allevamento;
- è in grado, in autonomia, di interpretare disegni e protocolli elaborati da tecnici quali ingegneri, geometri e tecnologi;
- è in grado di pianificare a livello aziendale la gestione della riproduzione e di applicare le tecniche di inseminazione artificiale con l'esclusione della specie equina.
- acquisisce elementi e strumenti operativi di selezione per mantenere l'equilibrio delle popolazioni faunistiche.
Il raggiungimento delle capacità di applicare conoscenza e comprensione sopraelencate avviene tramite: la riflessione critica sui testi proposti per lo studio individuale sollecitata dalle attività in aula; lo studio di casi di ricerca e di applicazione mostrati dai docenti; lo svolgimento di esercitazioni, in laboratorio, in campo ed in stalla nell'ambito degli insegnamenti comuni e degli insegnamenti opzionali dei settori disciplinati di base e caratterizzanti oltre che in occasione del periodo di tirocinio e nella preparazione della prova finale.
Le verifiche con esami orali prevedono l'accertamento della padronanza di strumenti e metodologie in autonomia critica.
Nelle attività di tirocinio la verifica avviene tramite la presentazione di una relazione scritta da parte dello studente al docente di riferimento.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO:
Il laureato
- è capace di valutare le condizioni dello sviluppo alimentare degli allevamenti zootecnici e lo stato dell'arte delle scienze zootecniche e di trasformazione per un determinato allevamento o prodotto di origine animale assegnato;
- sviluppa la sua capacità di giudizio ed è in grado di scegliere, in funzione della situazione, le soluzioni più appropriate nei settori dell'allevamento, della progettazione di edilizia e di impianti
di interesse zootecnico e nella gestione di piccoli caseifici aziendali.
L'autonomia di giudizio viene sviluppata tramite la preparazione di un elaborato scritto, in occasione dell'attività di tirocinio e tramite l'attività assegnata dal docente relatore per la preparazione della prova finale.
La verifica dell'acquisizione dell'autonomia di giudizio avviene tramite la valutazione degli insegnamenti del piano di studio e la valutazione del grado di autonomia e capacità di lavorare durante l'attività assegnata in preparazione del tirocinio e della prova finale.

ABILITÀ COMUNICATIVE:
Il laureato:
- è capace di comunicare risultati, commenti ed elementi di progettazione nel campo dello sviluppo, della ricerca e della valutazione degli allevamenti e della trasformazione dei relativi
prodotti;
- è in grado di operare in situazioni di lavoro di gruppo nel ruolo di consulente, interagendo anche con figure professionali diverse, quali ingegneri, biologi, agronomi e tecnologi, veterinari
- è in grado di grado di esprimere e sintetizzare, sia in forma scritta sia orale, relazioni, progetti di pianificazione, stime di aziende agro-zootecniche, formulazioni di razioni e mangimi per le
specie animali in produzione zootecnica;
- è in grado esprimersi in forma orale e scritta in almeno una lingua straniera dell'Unione Europea, nell'ambito delle competenze ed esigenze inerenti alle discipline specifiche del corso.
Le abilità comunicative scritte ed orali sono particolarmente sviluppate in occasione di seminari, esercitazioni ed attività formative che prevedono la preparazione di relazioni e documenti scritti e l'esposizione orale dei medesimi.
L'acquisizione e la valutazione / verifica del conseguimento delle abilità comunicative sopra elencate sono previste in occasione dello svolgimento del tirocinio e tramite la redazione della prova finale e la discussione della medesima.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO:
Il laureato
- possiede gli strumenti per effettuare autonomamente un aggiornamento permanente, sia in ambito nazionale sia internazionale, delle proprie conoscenze in materia normativa, tecnologica
e strumentale del settore zootecnico e della trasformazione (es. piccoli caseifici);
- acquisisce un metodo di studio e di apprendimento adeguato per gestire in maniera autonoma l'aggiornamento ed eventuali specializzazioni relative ad argomenti di particolare interesse
professionale.
La capacità di apprendimento viene valutata attraverso forme di verifica continua durante le attività formative, richiedendo l'eventuale presentazione di dati reperiti autonomamente, mediante l'attività di tutorato nello svolgimento di progetti e mediante la valutazione della capacità di auto-apprendimento maturata durante lo svolgimento dell'attività relativa alla prova finale.

Insegnamenti

Gli insegnamenti sono articolati a seconda del curriculum scelto

Curricula dettagliati

Il corso è articolato nei seguenti percorsi: PRODUZIONI ANIMALI , CONTROLLO DELLA FAUNA SELVATICA , GESTIONE DELL'ALLEVAMENTO AVICUNICOLO

Attività tirocinio

Gli studenti del 3° anno potranno partecipare ad un tirocinio presso aziende convenzionate con l'università di Bologna

Commissione tirocinio

Tirocinio

Mobilità internazionale

Sono disponibili possibilità di scambio tramite accordi con diverse Università nell'ambito del programma Erasmus e altre convenzioni. Gli studenti possono anche scegliere di fare parte della prova finale o del tirocinio all'estero.

Referente per la mobilità studentesca internazionale
Prof.ssa Paola Rossi - paola.rossi@unibo.it
Prof. Leonardo Nanni Costa - leonardo.nannicosta@unibo.it

Ufficio esteri di facoltà

Prova finale


La prova finale consiste nella discussione, in seduta pubblica di fronte ad una commissione di docenti che esprimerà una valutazione di un elaborato scritto inerente le attività svolte.

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di secondo ciclo (laurea specialistica/magistrale) e master universitario di primo livello.

Sbocchi occupazionali


Il laureato può svolgere i seguenti ruoli professionali e relative funzioni negli ambiti occupazionali indicati:

Tecnico delle produzioni animali

Potrà accedere all'esame di stato per la professione di Zoonomo
(ed iscrizione all'Albo dei Dottori Agranomi – Sezione B – Zoonomo)

FUNZIONI:
- gestisce gli aspetti tecnici, igienici ed economici delle imprese agro-zootecniche e faunistico-venatorie
- conduce e gestisce tabulari e sistemi naturali faunistico-venatori
- si occupa e gestisce gli aspetti qualitativi e igienici delle produzioni animali
- svolge la funzione di responsabile della organizzazione e gestione della macellazione
- svolge funzione di pianificazione, vigilanza, assistenza e verifica della qualità dei prodotti di origine animale e di quelli di trasformazione
- opera come tecnico nelle aziende di trasformazione dei prodotti di origine animali (salumifici, caseifici, centrali del latte, ecc...)
- si occupa degli acquisti per conto di: macelli, aziende di trasformazione, grande distribuzione
- certifica la filiera produttiva
- amministra imprese agro-zootecniche
- collabora alla gestione di impianti per la produzione di energia che utilizzano fonti energetiche rinnovabili

SBOCCHI OCCUPAZIONALI
Dipendente, responsabile, libero professionista/consulente in forma singola o associata di:
- Aziende agro-zootecniche
- Centri di performance genetica e di produzione seme
- Coordinatore di sistemi ambientali complessi
- Imprese agroalimentari e del settore
- Mangimifici, caseifici e macelli compresi quelli avicunicoli
- Organizzazioni professionali
- Enti territoriali pubblici
- Altre organizzazioni nazionali e internazionali (es. FAO)
- Parchi naturali ed agri-turismo
- Laboratori per il controllo sulle materie prime ed i mangimi c.i. per gli animali e sui prodotti di origine animale

Parere delle parti sociali


Nel Consiglio di Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali del 06/11/2007 il presidente illustra i risultati della consultazione delle parti sociali consultate che sono:
C.I.A,Emilia Romagna, Confagricoltura – Emilia Romagna, Ordine Provinciale Dottori Agronomi E Forest. di Reggio Emilia, Associazione Nazionale Allevatori Suini, Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano, Granlatte – Bologna, Unione Nazionale dell’Avicoltora – UNA, Consorzio Parco Gessi Bolognesi Calanchi Abbadessa, Tecnico Faunista della Amministrazione, Assessore all’Ambiente della Provincia di Bologna. Le parti sono state consultate attraverso l’invio di questionari che contengono i risultati di apprendimento, figure professionali, funzioni e sbocchi occupazionali che il corso di laurea ha predisposto in un primo schema bozza di progettazione. Il Consiglio prende in esame il documento di sintesi relativo agli esiti della consultazione delle parti sociali che è scaturito dalla compilazione dei questionari da parte dei soggetti consultati e recepisce le osservazioni delle parti sociali consultate per la proposta del nuovo ordinamento didattico. In seguito a discussione si approva lo schema definitivo di progettazione del Corso di Laurea dove sono presenti, in forma tabellare, tutte le indicazioni pervenute dalle parti sociali in merito alla progettazione del nuovo corso e relative ai risultati di apprendimento, figure professionali, funzioni e sbocchi occupazionali.

Contatti e recapiti utili

Dott.ssa Patrizia Lorenzelli
Ufficio didattico

Presidente della Commissione didattica
Prof. Alberto Vicari - alberto.vicari@unibo.it

Referenti
-
Curriculum Produzione Animale
Prof. Paolo Bosi - paolo.bosi@unibo.it
Prof. Luigi Grazia - luigi.grazia@unibo.it
Prof. Piero Augusto Nasuelli - augusto.nasuelli@unibo.it
Prof. Dall'Olio Stefania - stefania.dallolio@unibo.it
- Curriculum Controllo della fauna selvatica
Prof. Mauro Delogu - mauro.delogu@unibo.it
- Curriculum Gestione dell'allevamento avicunicolo
Prof. Adele Meluzzi - adele.meluzzi@unibo.it

Tutor del corso
Sig. Marika Vitali - marika.vitali2@studio.unibo.it

Segreteria studenti